Archive for 31 Dicembre, 2015

  • Stiamo comodi davanti alla televisione, navighiamo liberamente su internet, siamo connessi col mondo intero e sappiamo bene che in questo preciso istante aerei USA bombardano città, aerei russi radono al suolo quartieri di Aleppo, il governo italiano si prepara ad usare i suoi caccia per ritagliarsi un posto fra i rapinatori a mano armata e dividersi il bottino. Il bottino è il controllo del Medio Oriente, la crisi ha prodotto forze non più disposte a fare affari con le borghesie europee, alle loro condizioni e sotto il loro tallone. Il Califfato ne è l’espressione, viene presentato dai grandi padroni […] 0

    OPPORTUNISMO

    Stiamo comodi davanti alla televisione, navighiamo liberamente su internet, siamo connessi col mondo intero e sappiamo bene che in questo preciso istante aerei USA bombardano città, aerei russi radono al suolo quartieri di Aleppo, il governo italiano si prepara ad usare i suoi caccia per ritagliarsi un posto fra i rapinatori a mano armata e dividersi il bottino. Il bottino è il controllo del Medio Oriente, la crisi ha prodotto forze non più disposte a fare affari con le borghesie europee, alle loro condizioni e sotto il loro tallone. Il Califfato ne è l’espressione, viene presentato dai grandi padroni […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai contro, il gangster Renzi continua con la sua propaganda dell’ottimismo. I padroni devono essere fiduciosi nell’abilità del delinquente. Devono credere che i profitti aumenteranno grazie alla sua genialità. L’ISTAT conferma che la ripresina c’è. Ma a noi operai cosa viene in tasca? Niente o peggio, lo sfruttamento degli operai occupati aumenterà. I disoccupati cresceranno. I pensionati continueranno a fare la fame. Noi operai non abbiamo da rallegrarci della “ripresina”. Noi operai dobbiamo smetterla di piangere e dobbiamo organizzarci. Costruire il Partito Operaio per seppellire i padroni in tutto il mondo. Noi operai non abbiamo niente da […] 0

    L’OTTIMISMO DI RENZI E SOCI

    Redazione di operai contro, il gangster Renzi continua con la sua propaganda dell’ottimismo. I padroni devono essere fiduciosi nell’abilità del delinquente. Devono credere che i profitti aumenteranno grazie alla sua genialità. L’ISTAT conferma che la ripresina c’è. Ma a noi operai cosa viene in tasca? Niente o peggio, lo sfruttamento degli operai occupati aumenterà. I disoccupati cresceranno. I pensionati continueranno a fare la fame. Noi operai non abbiamo da rallegrarci della “ripresina”. Noi operai dobbiamo smetterla di piangere e dobbiamo organizzarci. Costruire il Partito Operaio per seppellire i padroni in tutto il mondo. Noi operai non abbiamo niente da […]

    Continue Reading

  • La storia di Marcelo è esemplificativa per comprendere le storie di tanti migranti che non accettano la condizione umiliante a cui sono costretti e decidono di lottare Marcelo arriva in Italia dall’Ecuador nel 2003 tramite ricongiungimento familiare, raggiungendo la madre che vive a Milano da anni con regolare permesso di soggiorno. Trovato un lavoro a contratto, ottiene un permesso di soggiorno per motivi lavorativi rinnovabile ogni due anni. Nel frattempo consegue il diploma in un liceo e si iscrive all’università. Inizia ad accumulare qualche denuncia per la partecipazione ai cortei studenteschi dell’Onda nell’autunno del 2008 e alle lotte in […] 0

    UNA VITA STRETTA TRA LE MAGLIE DELLA LEGGE

    La storia di Marcelo è esemplificativa per comprendere le storie di tanti migranti che non accettano la condizione umiliante a cui sono costretti e decidono di lottare Marcelo arriva in Italia dall’Ecuador nel 2003 tramite ricongiungimento familiare, raggiungendo la madre che vive a Milano da anni con regolare permesso di soggiorno. Trovato un lavoro a contratto, ottiene un permesso di soggiorno per motivi lavorativi rinnovabile ogni due anni. Nel frattempo consegue il diploma in un liceo e si iscrive all’università. Inizia ad accumulare qualche denuncia per la partecipazione ai cortei studenteschi dell’Onda nell’autunno del 2008 e alle lotte in […]

    Continue Reading

  • Cara Redazione, l’Iran spalleggiato da Putin, non esita ad aprire il fuoco, per ora solo intimidatorio, contro una portaerei Usa. I venti di guerra alimentano scenari ancora più terribili, nei quali la guerra all’Isis emerge sempre di più come un pretesto, per l’occidente e le sue coalizioni con anche paesi arabi, per la spartizione di nuovi territori in medio oriente, anche stracciando gli attuali confini di più Stati arabi. Saluti da un lettore L’articolo di Repubblica WASHINGTON – Alcune navi iraniane si sono avvicinate a poche miglia dalla portaerei americana Truman che viaggiava in acque internazionali e hanno sparato […] 0

    Razzi iraniani sparati vicino alla portaerei Usa Truman

    Cara Redazione, l’Iran spalleggiato da Putin, non esita ad aprire il fuoco, per ora solo intimidatorio, contro una portaerei Usa. I venti di guerra alimentano scenari ancora più terribili, nei quali la guerra all’Isis emerge sempre di più come un pretesto, per l’occidente e le sue coalizioni con anche paesi arabi, per la spartizione di nuovi territori in medio oriente, anche stracciando gli attuali confini di più Stati arabi. Saluti da un lettore L’articolo di Repubblica WASHINGTON – Alcune navi iraniane si sono avvicinate a poche miglia dalla portaerei americana Truman che viaggiava in acque internazionali e hanno sparato […]

    Continue Reading