Operai di Melfi, ribellatevi: 10 giorni filati di lavoro, senza riposo!

Caro Operai Contro, la Fiat ha presentato la versione definitiva delle tabelle con i turni di lavoro. Sono peggio di quelli già devastanti della prima versione. Neanche il tempo di partire e vengono in luce le parti finora taciute del famigerato accordo tra Fiat e Fim, Uilm, Fismic, Aqcf, Uglm. Vogliono farci lavorare 10 giorni di fila, senza il turno di riposo! Si cominciano a fare il 1° turno per 6 giorni, dal lunedì fino sabato compreso. Il giorno dopo, la domenica sera cominciano a fare la notte il 3° turno, per 4 volte, compresa la notte di mercoledì. […]

Caro Operai Contro,

la Fiat ha presentato la versione definitiva delle tabelle con i turni di lavoro. Sono peggio di quelli già devastanti della prima versione. Neanche il tempo di partire e vengono in luce le parti finora taciute del famigerato accordo tra Fiat e Fim, Uilm, Fismic, Aqcf, Uglm.

Vogliono farci lavorare 10 giorni di fila, senza il turno di riposo!

Si cominciano a fare il 1° turno per 6 giorni, dal lunedì fino sabato compreso. Il giorno dopo, la domenica sera cominciano a fare la notte il 3° turno, per 4 volte, compresa la notte di mercoledì. Si tratta quindi di 10 giorni continuativi di lavoro senza riposo!

Operai, non possiamo farci schiacciare la testa sotto i piedi! Ribelliamoci!

Organizziamo gli scioperi per respingere queste condizioni di sfruttamento!

Costruiamo una rete nei reparti per rendere più efficace la lotta e le sue forme!

Una condizione di schiavitù conclamata che dalla Fiat, come già successo con l’accordo separato di “fabbrica Italia”, rappresenta un viatico per i padroni, per accordi e simili condizioni in altre fabbriche Fiat e nei contratti nazionali di lavoro.

A Melfi oggi, come in altre fabbriche Fiat ieri, la Fiom non ha firmato accordi simili. Ma non è bastato. Solo gli operai possono scassare con la lotta questi accordi di palese schiavitù.

Operai di Melfi, voi ne siete capaci, l’avete dimostrato con la lotta dei 21 giorni.

Ribellatevi, noi siamo pronti a seguirvi.

Saluti operai dall’indotto Fiat

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.