DISOCCUPAZIONE RECORD NEL 2014

Redazione di operai Contro Nel 2014 il tasso di disoccupazione è salito in Italia al 12,7% dal 12,1% del 2013. Lo rende noto l’Istat, specificando che il dato annuale è il massimo mai registrato dal 1977. Sappiamo che l’ISTAT è peggio della polizia politica di Mussolini Dopo l’approvazione del Jobs act dovevano trovare il modo di leccare il culo a Renzi Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) è sceso a gennaio 2015 al 41,2% dal 41,4% di dicembre 2014, rende noto l’Istat. Il tasso è il minimo da agosto 2013 (40,8%), ovvero da 17 mesi a questa parte.Grandioso […]

Redazione di operai Contro

Nel 2014 il tasso di disoccupazione è salito in Italia al 12,7% dal 12,1% del 2013. Lo rende noto l’Istat, specificando che il dato annuale è il massimo mai registrato dal 1977.

Sappiamo che l’ISTAT è peggio della polizia politica di Mussolini

Dopo l’approvazione del Jobs act dovevano trovare il modo di leccare il culo a Renzi

Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) è sceso a gennaio 2015 al 41,2% dal 41,4% di dicembre 2014, rende noto l’Istat. Il tasso è il minimo da agosto 2013 (40,8%), ovvero da 17 mesi a questa parte.Grandioso I leccaculo dell’ISTAT sono eccezionali.

Il tasso di disoccupazione a gennaio è pari al 12,6%, comunica l’Istat aggiungendo che, dopo il calo di dicembre, il primo mese del 2015 ha registrato un ulteriore diminuzione di 0,1 punti percentuali, tornando sullo stesso livello di dodici mesi prima.

L’ISTAT poteva dire semplicemente che in Italia vi sono più di 8 milioni di disoccupati

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, sui dati Istat: si intravede “un 2015 migliore per l’occupazione e l’economia”.

I ministri lo dicono dal 2008

Un operaio

 

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.