Archive for Febbraio 22nd, 2015

  • Redazione, Obama ha dichiarato la terza Guerra Mondiale. I politici al servizio dei padroni di tutto il mondo sono i responsabili della carneficina che hanno iniziato Riporto alcuni dati. Prima guerra mondiale italia: 654.000 morti. di cui 57.000 morti nelle prigioni degli austriaci. 60.000 prigionieri non tornarono, e non se ne seppe piu’ nulla. 451.645 invalidi e mutilati. 240.000 italiani su 5.200.000 che partirono per la guerra furono condannati a morte, all’ergastolo, al carcere, in 870.000 processi. i motivi furono vari: fuga, diserzione, rivolta, disubbidienza, ritardo, autolesionismo. in italia sono morti 1024 inglesi, 480 francesi, 336 cecoslovacchi, 1 americano. francia: 1.400.000 morti. germania 2.040.000 morti. austria – ungheria 1.200.000 morti. inghilterra: 750.000 morti. russia oltre 2.000.000 morti. serbia: 350.000 morti. totale: 8.400.000 morti, 21.188.000 feriti, 7.751.000 dispersi seconda […] 0

    GLI EREDI DI HITLER E MUSSOLINI

    Redazione, Obama ha dichiarato la terza Guerra Mondiale. I politici al servizio dei padroni di tutto il mondo sono i responsabili della carneficina che hanno iniziato Riporto alcuni dati. Prima guerra mondiale italia: 654.000 morti. di cui 57.000 morti nelle prigioni degli austriaci. 60.000 prigionieri non tornarono, e non se ne seppe piu’ nulla. 451.645 invalidi e mutilati. 240.000 italiani su 5.200.000 che partirono per la guerra furono condannati a morte, all’ergastolo, al carcere, in 870.000 processi. i motivi furono vari: fuga, diserzione, rivolta, disubbidienza, ritardo, autolesionismo. in italia sono morti 1024 inglesi, 480 francesi, 336 cecoslovacchi, 1 americano. francia: 1.400.000 morti. germania 2.040.000 morti. austria – ungheria 1.200.000 morti. inghilterra: 750.000 morti. russia oltre 2.000.000 morti. serbia: 350.000 morti. totale: 8.400.000 morti, 21.188.000 feriti, 7.751.000 dispersi seconda […]

    Continue Reading

  • DAL FATTO QUOTIDIANO Due fedelissimi di Tòtò Cuffaro, il luogotenente di Raffaele Lombardo, più l’ex sindaco di Aci Catena, rimosso dal prefetto dopo una brutta storia di boss assassinati e funerali vietati. Sono gli ultimi acquisti del Partito Democratico in Sicilia: sull’isola degli alambicchi, da sempre laboratorio politico nazionale, il partito di Matteo Renzi dimostra ancora una volta di non avere alcun imbarazzo nel reclutare nuovi sostenitori. L’ultima campagna acquisti ha pescato a piene mani nella pattuglia di deputati regionali iscritti ad Articolo 4, il partito fondato da Lino Leanza(già vice di Cuffaro e Lombardo) per appoggiare il governatoreRosario […] 0

    SICILIA: LE NUOVE RECLUTE DEL PD DI RENZI

    DAL FATTO QUOTIDIANO Due fedelissimi di Tòtò Cuffaro, il luogotenente di Raffaele Lombardo, più l’ex sindaco di Aci Catena, rimosso dal prefetto dopo una brutta storia di boss assassinati e funerali vietati. Sono gli ultimi acquisti del Partito Democratico in Sicilia: sull’isola degli alambicchi, da sempre laboratorio politico nazionale, il partito di Matteo Renzi dimostra ancora una volta di non avere alcun imbarazzo nel reclutare nuovi sostenitori. L’ultima campagna acquisti ha pescato a piene mani nella pattuglia di deputati regionali iscritti ad Articolo 4, il partito fondato da Lino Leanza(già vice di Cuffaro e Lombardo) per appoggiare il governatoreRosario […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai contro, Sono 4.459 gli esuberi comunicati oggi dall’Ilva alle rappresentanze sindacali unitarie in seguito alla chiusura di alcuni impianti per i lavori Aia, a partire dal contestuale fermo degli altiforni 1 e 5. E’ la solita storia. Sono gli operai a pagare per i reati dei padroni Ora parte il confronto con i sindacati per ridurre il numero massimo di lavoratori destinati alla solidarietà, in scadenza a fine mese. La platea di lavoratori interessati è così suddivisa: 1.228 dell’area fusoria, 1.815 laminazione e tubifici, 1.416 Area Servizi, Staff e Manutenzioni I sindacalisti, mazzieri dei padroni, trasformeranno […] 0

    Ilva: ci sono oltre 4mila operai in esubero

    Redazione di operai contro, Sono 4.459 gli esuberi comunicati oggi dall’Ilva alle rappresentanze sindacali unitarie in seguito alla chiusura di alcuni impianti per i lavori Aia, a partire dal contestuale fermo degli altiforni 1 e 5. E’ la solita storia. Sono gli operai a pagare per i reati dei padroni Ora parte il confronto con i sindacati per ridurre il numero massimo di lavoratori destinati alla solidarietà, in scadenza a fine mese. La platea di lavoratori interessati è così suddivisa: 1.228 dell’area fusoria, 1.815 laminazione e tubifici, 1.416 Area Servizi, Staff e Manutenzioni I sindacalisti, mazzieri dei padroni, trasformeranno […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, corteo dei No Tav  a Torino per  protesta contro la Torino-Lione all’indomani dell’approvazione, da parte del Cipe, del progetto definitivo, e a tre giorni dal summit di Parigi dove Italia e Francia firmeranno il protocollo addizionale all’accordo firmato nel 2012. In migliaia hanno sfilato sotto la pioggia nel centro cittadino nel corteo aperto dai sindaci della Valle di Susa in fascia tricolore, con destinazione piazza Castello: lì i sindaci hanno approvato una delibera  per chiedere di spostare su altre voci i fondi per la Torino-Lione. Nel frattempo il gruppo di hacker Anonymous ha “partecipato” a modo […] 0

    NO TAV: MIGLIAIA MANIFESTANO A TORINO

    Redazione di Operai Contro, corteo dei No Tav  a Torino per  protesta contro la Torino-Lione all’indomani dell’approvazione, da parte del Cipe, del progetto definitivo, e a tre giorni dal summit di Parigi dove Italia e Francia firmeranno il protocollo addizionale all’accordo firmato nel 2012. In migliaia hanno sfilato sotto la pioggia nel centro cittadino nel corteo aperto dai sindaci della Valle di Susa in fascia tricolore, con destinazione piazza Castello: lì i sindaci hanno approvato una delibera  per chiedere di spostare su altre voci i fondi per la Torino-Lione. Nel frattempo il gruppo di hacker Anonymous ha “partecipato” a modo […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, noi operai non abbiamo votato per Tsipars Tsipars per avere i nostri voti ha fatto delle promesse Tsipars deve mantenere le promesse elettorali A noi operai greci non interessano i giochini europei di Tsipars Tsipars mantenga le sue promesse. Noi operai ci stiamo preparando alla guerra contro i padroni e il loro governo Noi non accetteremo nessun compromesso Tsipoars è avvertito Un operaio greco   Facebook Comments 0

    GRECIA: IL BLUFF DI ALEXIS TSIPARS

    Redazione di Operai Contro, noi operai non abbiamo votato per Tsipars Tsipars per avere i nostri voti ha fatto delle promesse Tsipars deve mantenere le promesse elettorali A noi operai greci non interessano i giochini europei di Tsipars Tsipars mantenga le sue promesse. Noi operai ci stiamo preparando alla guerra contro i padroni e il loro governo Noi non accetteremo nessun compromesso Tsipoars è avvertito Un operaio greco   Facebook Comments

    Continue Reading

  • Il Foglio Bianco Il Foglio Bianco Posted: 21 Feb 2015 03:09 AM PST Per sabato 14 febbraio scorso la FIOM aveva dichiarato sciopero alla Fiat di Pomigliano contro l’ uso dello straordinario mentre circa 2000 lavoratori sono ancora mantenuti a casa, fuori dalla produzione. Hanno scioperato cinque operai. Giornalisti leccapiedi e manutengoli sindacali hanno irriso lo sciopero. Per tutti i lavoratori coscienti, lo sciopero di Pomigliano ha un significato chiarissimo. I cinque operai che hanno scioperato rappresentano meglio di ogni altra cosa la volontà e la convinzione di una classe che non intende piegare la testa. Cinque operai che […] 0

    SOLIDARIETÀ AGLI OPERAI DI POMIGLIANO IN SCIOPERO

    Il Foglio Bianco Il Foglio Bianco Posted: 21 Feb 2015 03:09 AM PST Per sabato 14 febbraio scorso la FIOM aveva dichiarato sciopero alla Fiat di Pomigliano contro l’ uso dello straordinario mentre circa 2000 lavoratori sono ancora mantenuti a casa, fuori dalla produzione. Hanno scioperato cinque operai. Giornalisti leccapiedi e manutengoli sindacali hanno irriso lo sciopero. Per tutti i lavoratori coscienti, lo sciopero di Pomigliano ha un significato chiarissimo. I cinque operai che hanno scioperato rappresentano meglio di ogni altra cosa la volontà e la convinzione di una classe che non intende piegare la testa. Cinque operai che […]

    Continue Reading