Archive for 15 Febbraio, 2015

  • Redazione, non è la prima volta che i padroni italiani vanno alla conquista della libia. Il gangster Renzi prosegue le stragi dell’Italia monarchica e di quella fascista. Il primo ministro italiano Giovanni Giolitti iniziò la conquista della Tripolitania e della Cirenaica il 4 ottobre 1911, inviando a Tripoli contro l’Impero Ottomano 1732 marinai al comando del capitano Umberto Cagni. Oltre 100 000 soldati italiani riuscirono a ottenere dalla Turchia quelle regioni attualmente definibili libiche nel Trattato di Losanna del 18 ottobre1912, ma solo la Tripolitania fu effettivamente controllata dal Regio esercito italiano, sotto la ferrea guida del governatore Giovanni Ameglio. […] 0

    LA CROCIATA IN LIBIA DEI PADRONI ITALIANI

    Redazione, non è la prima volta che i padroni italiani vanno alla conquista della libia. Il gangster Renzi prosegue le stragi dell’Italia monarchica e di quella fascista. Il primo ministro italiano Giovanni Giolitti iniziò la conquista della Tripolitania e della Cirenaica il 4 ottobre 1911, inviando a Tripoli contro l’Impero Ottomano 1732 marinai al comando del capitano Umberto Cagni. Oltre 100 000 soldati italiani riuscirono a ottenere dalla Turchia quelle regioni attualmente definibili libiche nel Trattato di Losanna del 18 ottobre1912, ma solo la Tripolitania fu effettivamente controllata dal Regio esercito italiano, sotto la ferrea guida del governatore Giovanni Ameglio. […]

    Continue Reading

  • Primo Maggio, festa dell’emancipazione del lavoro o celebrazione del suo ritorno allo stato servile «A chi ci chiede – tutti! – di lavorare in nome dell’Expo, evento eccezionale bla, bla, bla, poiché così agendo danneggeremmo l’immagine del paese, noi rispondiamo: -7500 “volontari” a 433 euro mensili per 184 giorni di lavoro -decine di arresti per “associazione a delinquere..ndrangheta EXPO grande opportunità per lega Coop, Compagnia delle opere e pescecani vari E’ questa l’immagine che che una istituzione culturale prestigiosa come la Scala con il suo brand è chiamata a ripulire. – arriveranno i regnanti di 80 paesi e i […] 0

    NON LAVOREREMO IL 1 MAGGIO

    Primo Maggio, festa dell’emancipazione del lavoro o celebrazione del suo ritorno allo stato servile «A chi ci chiede – tutti! – di lavorare in nome dell’Expo, evento eccezionale bla, bla, bla, poiché così agendo danneggeremmo l’immagine del paese, noi rispondiamo: -7500 “volontari” a 433 euro mensili per 184 giorni di lavoro -decine di arresti per “associazione a delinquere..ndrangheta EXPO grande opportunità per lega Coop, Compagnia delle opere e pescecani vari E’ questa l’immagine che che una istituzione culturale prestigiosa come la Scala con il suo brand è chiamata a ripulire. – arriveranno i regnanti di 80 paesi e i […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il ministro della difesa del governo Renzi è pronto. “L’Italia è pronta a guidare in Libia una coalizione di paesi dell’area, europei e dell’Africa del Nord, per fermare l’avanzata del Califfato che è arrivato a 350 chilometri dalle nostre coste. Se in Afghanistan abbiamo mandato fino a 5mila uomini, in un paese come la Libia che ci riguarda molto più da vicino e in cui il rischio di deterioramento è molto più preoccupante per l’Italia, la nostra missione può essere significativa e impegnativa, anche numericamente”. Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, intervistata dal Messaggero, dice: […] 1

    L’ITALIA E’ PRONTA ALLA GUERRA?

    Redazione di Operai Contro, il ministro della difesa del governo Renzi è pronto. “L’Italia è pronta a guidare in Libia una coalizione di paesi dell’area, europei e dell’Africa del Nord, per fermare l’avanzata del Califfato che è arrivato a 350 chilometri dalle nostre coste. Se in Afghanistan abbiamo mandato fino a 5mila uomini, in un paese come la Libia che ci riguarda molto più da vicino e in cui il rischio di deterioramento è molto più preoccupante per l’Italia, la nostra missione può essere significativa e impegnativa, anche numericamente”. Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, intervistata dal Messaggero, dice: […]

    Continue Reading

  • Caro operai Contro, già traballante il cessate il fuoco dalle 23 di ieri sera. Segnalo l’articolo del “Sole 24 ore”. Saluti da un lettore. Rischia già di saltare a poche ore dalla sua entrata in vigore (le 23 ora italiana) l’accordo di Minsk per il cessate il fuoco in Ucraina. La Russia ha accusato gli Stati Uniti e gli alleati occidentali di aver distorto il senso dell’accordo di Misnk, sottoscritto solo 48 ore fa «Rappresentanti ufficiali ucraini così come quelli di diversi nazioni occidentali, gli Stati Uniti in particolare, hanno espresso essenzialmente solidarietà con il punto di vista dei […] 0

    Ucraina: una tregua appesa al filo

    Caro operai Contro, già traballante il cessate il fuoco dalle 23 di ieri sera. Segnalo l’articolo del “Sole 24 ore”. Saluti da un lettore. Rischia già di saltare a poche ore dalla sua entrata in vigore (le 23 ora italiana) l’accordo di Minsk per il cessate il fuoco in Ucraina. La Russia ha accusato gli Stati Uniti e gli alleati occidentali di aver distorto il senso dell’accordo di Misnk, sottoscritto solo 48 ore fa «Rappresentanti ufficiali ucraini così come quelli di diversi nazioni occidentali, gli Stati Uniti in particolare, hanno espresso essenzialmente solidarietà con il punto di vista dei […]

    Continue Reading

  • Redazione, oggi qualche volta abbiamo un salario da 1000 euro Domani saremo da pensionati poveri cristi Un giovane Dalla STAMPA Una ricerca Censis-Fondazione Generali lancia l’allarme sul futuro dei giovani WALTER PASSERINI 13/02/2015 La generazione mille euro a fine carriera rischia di trovarsi povera. Oggi il 40% dei lavoratori dipendenti di 25-34 anni ha una retribuzione netta media mensile fino a mille euro. Per questo molti si troveranno ad avere una pensione più bassa del reddito che avevano a inizio carriera. Secondo il Censis e la Fondazione Generali, che hanno avviato un percorso di ricerca sul welfare del futuro, […] 0

    1000 euro oggi, in miseria da vecchi

    Redazione, oggi qualche volta abbiamo un salario da 1000 euro Domani saremo da pensionati poveri cristi Un giovane Dalla STAMPA Una ricerca Censis-Fondazione Generali lancia l’allarme sul futuro dei giovani WALTER PASSERINI 13/02/2015 La generazione mille euro a fine carriera rischia di trovarsi povera. Oggi il 40% dei lavoratori dipendenti di 25-34 anni ha una retribuzione netta media mensile fino a mille euro. Per questo molti si troveranno ad avere una pensione più bassa del reddito che avevano a inizio carriera. Secondo il Censis e la Fondazione Generali, che hanno avviato un percorso di ricerca sul welfare del futuro, […]

    Continue Reading

  • Redazione, abbiamo scioperato in cinque della FIOM Gli altri sindacati al servizio della FIAT cantano vittoria Vittoria di chi? Della FIAT? Intanto 2000 operai restano fuori dalla FIAT di Pomigliano Per noi che abbiamo avuto la sfortuna di restare in produzione, salari da fame Per oltre 2000 ancora più salari da fame I sindacalisti del padrone cantino pochi Occorre tentare di ribellarsi. Un giorno ci riusciremo i servi della FIAT smetteranno di cantare Un operaio della FIOM dal corriere Lo sciopero negli stabilimenti di Pomigliano d’Arco di Fiat Chrysler Automobiles, indetto dalla Fiom, ha registrato cinque adesioni su 1478 […] 1

    LO SCIOPERO DELLA FIOM A POMIGLIANO

    Redazione, abbiamo scioperato in cinque della FIOM Gli altri sindacati al servizio della FIAT cantano vittoria Vittoria di chi? Della FIAT? Intanto 2000 operai restano fuori dalla FIAT di Pomigliano Per noi che abbiamo avuto la sfortuna di restare in produzione, salari da fame Per oltre 2000 ancora più salari da fame I sindacalisti del padrone cantino pochi Occorre tentare di ribellarsi. Un giorno ci riusciremo i servi della FIAT smetteranno di cantare Un operaio della FIOM dal corriere Lo sciopero negli stabilimenti di Pomigliano d’Arco di Fiat Chrysler Automobiles, indetto dalla Fiom, ha registrato cinque adesioni su 1478 […]

    Continue Reading

  • A FERRARA SABATO 7 MARZO 2015 PER DIRE CHE LA LOTTA DEI LAVORATORI DELLA MIRROR PROSEGUE FINO AL REINTEGRO DI TUTTI!MIRROR: SUL PICCHETTO DEL 12/02 E PROSSIME INIZIATIVE. Tutta la giornata di ieri ci ha visti impegnati a Sant’Agostino, nuovamente davanti ai cancelli della Mirror Levigature. Per chiedere con forza il reintegro dei 14 lavoratori licenziati dalla cooperativa L.K. eravamo in tanti. Delegati sindacali, singoli lavoratori e il Laboratorio Crash con la loro presenza al picchetto hanno ribadito la loro solidarietà incondizionata nei confronti dei 14 lavoratori coinvolti.Saltate tutte le coperture legali e avendo poca sostanza il livello politico […] 0

    PER IL REINTEGRO DEGLI OPERAI MIRROR LEVIGATURE FERRARA

    A FERRARA SABATO 7 MARZO 2015 PER DIRE CHE LA LOTTA DEI LAVORATORI DELLA MIRROR PROSEGUE FINO AL REINTEGRO DI TUTTI!MIRROR: SUL PICCHETTO DEL 12/02 E PROSSIME INIZIATIVE. Tutta la giornata di ieri ci ha visti impegnati a Sant’Agostino, nuovamente davanti ai cancelli della Mirror Levigature. Per chiedere con forza il reintegro dei 14 lavoratori licenziati dalla cooperativa L.K. eravamo in tanti. Delegati sindacali, singoli lavoratori e il Laboratorio Crash con la loro presenza al picchetto hanno ribadito la loro solidarietà incondizionata nei confronti dei 14 lavoratori coinvolti.Saltate tutte le coperture legali e avendo poca sostanza il livello politico […]

    Continue Reading

  • Il Foglio Bianco Il Foglio Bianco A quanto pare i numeri non sono proprio il forte della nostra RSU. Nel comunicato pubblicato oggi:1) scrivono che la perdita sarebbe di 24 euro alla settimana, poi in modo magico la perdita mensile diventa di 211 euro! Quindi vediamo 24* 4 settimane e qualcosa farebbe 211! 2) il calcolo settimanale è fatto su 40 ore, come se uno fosse tutto in CIGO o tutto in solidarieà. Vediamo di capire come stanno le cose in realtà: secondo  i loro dati se uno in un mese facesse 5 giorni di solidarietà (più di un giorno  a […] 0

    La RSU Continental risponde con numeri a caso!

    Il Foglio Bianco Il Foglio Bianco A quanto pare i numeri non sono proprio il forte della nostra RSU. Nel comunicato pubblicato oggi:1) scrivono che la perdita sarebbe di 24 euro alla settimana, poi in modo magico la perdita mensile diventa di 211 euro! Quindi vediamo 24* 4 settimane e qualcosa farebbe 211! 2) il calcolo settimanale è fatto su 40 ore, come se uno fosse tutto in CIGO o tutto in solidarieà. Vediamo di capire come stanno le cose in realtà: secondo  i loro dati se uno in un mese facesse 5 giorni di solidarietà (più di un giorno  a […]

    Continue Reading