I Mattarella

Redazione, Della serie il nuovo che avanza, tanto per non smentire che tutto cambia per non cambiare nulla, ecco Sergio Mattarella, cresciuto a ostie e Democrazia Cristiana. Due parole per inquadrare la sua famiglia, figlio di uno dei fondatori della santissima DC, Bernardo Mattarella. Siamo nel 1947, la DC, nell’Assemblea Regionale Siciliana, perde consensi e crolla al 20% in favore della coalizione PSI-PCI che ne conquista il 29%. Viene accusato di essere il mandante della prima strage di stato di questa Repubblica, Portella della Ginestra. Undici morti tra cui due bambini durante una manifestazione contro il latifondismo. L’esecutore materiale […]

Redazione,

Della serie il nuovo che avanza, tanto per non smentire che tutto cambia per non cambiare nulla, ecco Sergio Mattarella, cresciuto a ostie e Democrazia Cristiana.

Due parole per inquadrare la sua famiglia, figlio di uno dei fondatori della santissima DC, Bernardo Mattarella. Siamo nel 1947, la DC, nell’Assemblea Regionale Siciliana, perde consensi e crolla al 20% in favore della coalizione PSI-PCI che ne conquista il 29%. Viene accusato di essere il mandante della prima strage di stato di questa Repubblica, Portella della Ginestra.

Undici morti tra cui due bambini durante una manifestazione contro il latifondismo.

L’esecutore materiale risulterà essere il bandito Salvatore Giuliano insieme a Gaspare Pisciotta, esponenti della campagna separatista dell’epoca in Sicilia.

Quest’ultimo interrogato dal giudice, oltre ad addossarsi l’omicidio di Salvatore Giuliano avvenuto in seguito, rivela che Bernardo Mattarella e Scielba furono i mandanti della strage.

Certamente un quadro oscuro che verrà affossato addossando la colpa della strage interamente a Salvatore Giuliano, scartando le ipotesi politiche.

Passiamo ora al fratello Piersanti.

Morto ammazzato nel 1980 ufficialmente per mano della mafia.

Scoppia una polemica che vede il Radicale Sciascia esprimersi così:

O è mafia, o è terrorismo. O mafia camuffata da terrorismo o terrorismo che, inevitabilmente o confortevolmente, ci si ostina a vedere come mafia”.

Infatti, prima della morte di Falcone le indagini seguivano la pista del terrorismo per poi spostarsi definitivamente sulla mafia.

Insomma, una bella famiglia, tra pesanti accuse di collusioni con la mafia e ruolo da mandante nelle stragi di Stato.

Saluti da un lettore

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.