Beatrice taglia la sanità

Caro Operai Contro, 160 accertamenti diagnostici stanno per uscire dalla convenzione del servizio sanitario: Tac, risonanze, radiografie, prelievi ecc. Resteranno solo per la prima volta, se l’accertamento sarà negativo, lo stesso esame ripetuto a distanza di tempo sarà totalmente a carico del paziente. I tagli complessivi saranno di un miliardo di euro, la stessa cifra che serve a Beatrice Lorenzin ministro e artefice della pensata, per introdurre nuove prestazioni mutualistiche, molte di queste già in atto con la copertura delle casse regionali. Il saldo quindi sarebbe un taglio di un miliardo di euro al servizio sanitario nazionale, mentre le […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

160 accertamenti diagnostici stanno per uscire dalla convenzione del servizio sanitario: Tac, risonanze, radiografie, prelievi ecc. Resteranno solo per la prima volta, se l’accertamento sarà negativo, lo stesso esame ripetuto a distanza di tempo sarà totalmente a carico del paziente. I tagli complessivi saranno di un miliardo di euro, la stessa cifra che serve a Beatrice Lorenzin ministro e artefice della pensata, per introdurre nuove prestazioni mutualistiche, molte di queste già in atto con la copertura delle casse regionali. Il saldo quindi sarebbe un taglio di un miliardo di euro al servizio sanitario nazionale, mentre le regioni coprirebbero le nuove prestazioni, tramite aumenti dell’Irpef a altre tasse che ci tartasseranno localmente. Con il tanto sospirato avvento delle quote rosa al governo l’andazzo non è cambiato. Beatrice sarà anche poco fine dirlo ad una donna, ma ha ragione Grillo: andate tutti affanculo!

Saluti da un operaio non votante.

Nella foto il genio

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.