Quirinale, Mattarella presidente della Repubblica

Redazione, Sergio Mattarella è stato eletto presidente della Repubblica dei padroni italiani. Lo hanno eletto deputati, senatori, rappresentanti delle regioni, i politici che hanno avuto i voti del 50% degli aventi diritti al voto. Noi astensionisti non c’entriamo niente. Non abbiamo nessuna responsabilità nell’elezione del presidente della repubblica dei padroni “Il mio primo pensiero va soprattutto e anzitutto alle difficoltà e alle speranze dei nostri concittadini. E’ sufficiente questo”.  Queste  sono state le prime parole del nuovo inquilino del Quirinale. Il primo atto del nuovo presidente della Repubblica è stato quello di recarsi in visita privata alle Fosse Ardeatine. “L’alleanza tra […]

Redazione,

Sergio Mattarella è stato eletto presidente della Repubblica dei padroni italiani.

Lo hanno eletto deputati, senatori, rappresentanti delle regioni, i politici che hanno avuto i voti del 50% degli aventi diritti al voto.

Noi astensionisti non c’entriamo niente. Non abbiamo nessuna responsabilità nell’elezione del presidente della repubblica dei padroni

“Il mio primo pensiero va soprattutto e anzitutto alle difficoltà e alle speranze dei nostri concittadini. E’ sufficiente questo”. 

Queste  sono state le prime parole del nuovo inquilino del Quirinale.

Il primo atto del nuovo presidente della Repubblica è stato quello di recarsi in visita privata alle Fosse Ardeatine. “L’alleanza tra Nazioni e popolo seppe battere l’odio nazista, razzista, antisemita e totalitario di cui questo luogo è simbolo doloroso. La stessa unità in Europa e nel mondo saprà battere chi vuole trascinarci in una nuova stagione di terrore”.  ha detto Mattarella -.

Iniziamo con i pensieri di difficile decifrazione. Il nazismo, il razzismo, l’antisemitismo, l’odio contro gli operai sono caratteristiche della borghesia. Il terrore contro la popolazione civile è una caratteristica degli eserciti dei padroni. Cosa avrà voluto dire Mattarella?

Sono iniziati i saluti:

“Tra ieri e oggi c’è stato un salto di qualità politico” dice l’ex presidente Giorgio Napolitano.

“Conosco Sergio Mattarella – ha detto l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – sul piano dell’assoluta lealtà, correttezza, sensibilità, competenza istituzionale e certamente dell’imparzialità. Tutte caratteristiche importantissime per disegnare la figura del Capo dello Stato. E’ sempre importante avere grandi numeri” e gli esponenti di Ap avevano “ragioni per essere polemici e assai più ragioni per la scelta che si realizzerà stamattina”.

Ancora,ma non era andato in pensione?

Anche il Papa ha appena un telegramma a Sergio Mattarella: “Mi è gradito rivolgerle deferenti espressioni augurali per la sua elezione alla suprema magistratura dello Stato italiano e, mentre auspico che ella possa esercitare il suo alto compito specialmente al servizio della unità e della concordia del Paese, invoca sulla sua persona la costante assistenza divina per una illuminata azione di promozione del bene comune nel solco degli autentici valori umani e spirituali del popolo italiano.”

. Alfano: ‘Ho votato Mattarella con orgoglio siciliano’.

 Nei prossimi giorni vedremo cosa farà Mattarella per i concittadini che non hanno partecipato alla sua elezione
Un lettore

 

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.