Archive for 14 Gennaio, 2015

  • In Ucraina i padroni filo occidentali e filo russi si fanno la guerra e costringono gli operai a lavorare nonostante i bombardamenti Il 12 GENNAIO 2015: 346 minatori hanno trascorso una mezza giornata sotterraneo senza elettricità Come riportato dal servizio stampa del Donetsk consiglio comunale alle 4 del pomeriggio 11 gennaio a seguito di bombardamenti che hanno colpito la sottostazione elettrica di Zasyadko e 364 minatori sono restati bloccati in miniera I padroni filo occidentali e i padroni filo russi hanno distrutto la protesta operaia, ma costringono gli operai a lavorare per loro e a rischiare la vita. Allego […] 0

    Donetsk incidente miniera

    In Ucraina i padroni filo occidentali e filo russi si fanno la guerra e costringono gli operai a lavorare nonostante i bombardamenti Il 12 GENNAIO 2015: 346 minatori hanno trascorso una mezza giornata sotterraneo senza elettricità Come riportato dal servizio stampa del Donetsk consiglio comunale alle 4 del pomeriggio 11 gennaio a seguito di bombardamenti che hanno colpito la sottostazione elettrica di Zasyadko e 364 minatori sono restati bloccati in miniera I padroni filo occidentali e i padroni filo russi hanno distrutto la protesta operaia, ma costringono gli operai a lavorare per loro e a rischiare la vita. Allego […]

    Continue Reading

  • Cara Redazione, segnalo e condivido una dichiarazione rilasciata a “La Repubblica” da Beppe Grillo. Saluti da un operaio non votante. “Gli attacchi dei terroristi? Se bombardi poi la reazione è questa”. Il capo del Movimento a Strasburgo incontra gli europarlamentari del gruppo Efdd: non giustifico, ma bisogna fare una critica alla nostra democrazia, altrimenti non capiamo” Si affretta a dire che è non una giustificazione delle stragi, ma le sue sono parole che faranno discutere. Parlando a Stasburgo agli europarlamentari del gruppo Efdd cui aderisce anche il M5S, Beppe Grillo dice che “si deve avere anche l’altro punto di […] 0

    ” Se bombardi poi la reazione è questa”

    Cara Redazione, segnalo e condivido una dichiarazione rilasciata a “La Repubblica” da Beppe Grillo. Saluti da un operaio non votante. “Gli attacchi dei terroristi? Se bombardi poi la reazione è questa”. Il capo del Movimento a Strasburgo incontra gli europarlamentari del gruppo Efdd: non giustifico, ma bisogna fare una critica alla nostra democrazia, altrimenti non capiamo” Si affretta a dire che è non una giustificazione delle stragi, ma le sue sono parole che faranno discutere. Parlando a Stasburgo agli europarlamentari del gruppo Efdd cui aderisce anche il M5S, Beppe Grillo dice che “si deve avere anche l’altro punto di […]

    Continue Reading

  • Redazione, Giorgio Napolitano non è più il presidente della Repubblica italiana. È stata firmata la lettera di dimissioni. Finalmente Noi operai non sentiremo la sua mancanza Ci dispiace solo, che mentre Napolitano vivrà i suoi ultimi giorni tra agi e privilegi, noi operai non sappiamo se arriveremo alla pensione In ogni caso viviamo in miseria oggi e vivremo in miseria domani Un operaio Facebook Comments 0

    FINALMENTE

    Redazione, Giorgio Napolitano non è più il presidente della Repubblica italiana. È stata firmata la lettera di dimissioni. Finalmente Noi operai non sentiremo la sua mancanza Ci dispiace solo, che mentre Napolitano vivrà i suoi ultimi giorni tra agi e privilegi, noi operai non sappiamo se arriveremo alla pensione In ogni caso viviamo in miseria oggi e vivremo in miseria domani Un operaio Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione, anche il gangster Renzi ha partecipato in rappresentanza dei padroni italiani alla marcia di Parigi. Mi sembra utile ricordare i massacri italiani in Libia Un senegalese da memorimese.it Campi di concentramento, stragi, esecuzioni sommarie, gas e armi chimiche sono concetti che rievocano inevitabilmente le atrocità della seconda guerra mondiale Campi di concentramento, stragi, esecuzioni sommarie, gas e armi chimiche sono concetti che rievocano inevitabilmente le atrocità della seconda guerra mondiale: avvenimenti di una tale crudeltà che ancora oggi vengono studiati e raccontati da storici, scrittori e registi. C’è però una altrettanto dura pagina di storia permeata da tali […] 0

    I massacri italiani in Libia

    Redazione, anche il gangster Renzi ha partecipato in rappresentanza dei padroni italiani alla marcia di Parigi. Mi sembra utile ricordare i massacri italiani in Libia Un senegalese da memorimese.it Campi di concentramento, stragi, esecuzioni sommarie, gas e armi chimiche sono concetti che rievocano inevitabilmente le atrocità della seconda guerra mondiale Campi di concentramento, stragi, esecuzioni sommarie, gas e armi chimiche sono concetti che rievocano inevitabilmente le atrocità della seconda guerra mondiale: avvenimenti di una tale crudeltà che ancora oggi vengono studiati e raccontati da storici, scrittori e registi. C’è però una altrettanto dura pagina di storia permeata da tali […]

    Continue Reading

  • dalla gazzetta del mezzogiorno TARANTO – I valori di Ipa (Idrocarburi policiclici aromatici) cancerogeni rilevati questa mattina da Peacelink con strumentazione simile a quella in dotazione all’Arpa hanno fatto registrare valori dai 210 ai 250 nanogrammi a metro cubo. Lo rende noto il presidente dell’associazione, Alessandro Marescotti, precisando che “sono valori alti di dieci volte rispetto alla media del 2010 nel quartiere Tamburi. Questi valori sono stati misurati a 5 chilometri dall’Ilva nella zona Bestat. Ciò si è verificato con situazione meteo particolare caratterizzata da venti deboli variabili che hanno fatto ristagnare sulla città gli inquinanti”. Peacelink chiede all’Arpa […] 0

    Peacelink: a Taranto i valori Ipa 10 volte più alti rispetto al 2010

    dalla gazzetta del mezzogiorno TARANTO – I valori di Ipa (Idrocarburi policiclici aromatici) cancerogeni rilevati questa mattina da Peacelink con strumentazione simile a quella in dotazione all’Arpa hanno fatto registrare valori dai 210 ai 250 nanogrammi a metro cubo. Lo rende noto il presidente dell’associazione, Alessandro Marescotti, precisando che “sono valori alti di dieci volte rispetto alla media del 2010 nel quartiere Tamburi. Questi valori sono stati misurati a 5 chilometri dall’Ilva nella zona Bestat. Ciò si è verificato con situazione meteo particolare caratterizzata da venti deboli variabili che hanno fatto ristagnare sulla città gli inquinanti”. Peacelink chiede all’Arpa […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i bombardamenti israeliani dei mesi scorsi hanno provocato oltre duemila morti tra donne e bambini e più di 10 mila feriti. Ma hanno distrutto le case di oltre 100 mila persone. L’ondata di pioggia, gelo e neve di questi giorni ha reso alcune zone della Striscia un grande pantano di sabbia e detriti. Qualche segno di ricostruzione per le scuole dell’Onu e quelle pubbliche, ma per le case private non è stato ancora fatto nulla. Intanto, i colloqui tra Hamas e Israele, attraverso l’Egitto, sono sospesi. – A Gaza “la tempesta di Huda” uccide. Cinque […] 0

    I PALESTINESI DI GAZA: DOPO LA STRAGE FATTA DAI BOMBARDAMENTI ISRAELIANI, LA STRAGE DI HUDA

    Redazione di Operai Contro, i bombardamenti israeliani dei mesi scorsi hanno provocato oltre duemila morti tra donne e bambini e più di 10 mila feriti. Ma hanno distrutto le case di oltre 100 mila persone. L’ondata di pioggia, gelo e neve di questi giorni ha reso alcune zone della Striscia un grande pantano di sabbia e detriti. Qualche segno di ricostruzione per le scuole dell’Onu e quelle pubbliche, ma per le case private non è stato ancora fatto nulla. Intanto, i colloqui tra Hamas e Israele, attraverso l’Egitto, sono sospesi. – A Gaza “la tempesta di Huda” uccide. Cinque […]

    Continue Reading

  • Redazione, in Ucraina i padroni Ucraini e Russi sostengono da più di un anno la farsa della tregua. Non c’è nessuna tregua, ma la guerra Dieci persone sono morte e 13 sono rimaste ferite all’interno di un bus centrato da una granata vicino al checkpoint di Volnovakha, nella regione di Donetsk. Lo ha riferito la portavoce dell’amministrazione regionale, Ielena Maliutina, secondo cui gli autori dell’attacco sarebbero i guerriglieri filorussi. Secondo alcune ricostruzioni, il bus trasportava civili provenienti dalla città costiera di Mariupol. I ribelli hanno respinto le accuse sulla responsabilità dell’attacco: “Nella zona c’è un posto di controllo ucraino ma è situato fuori del […] 0

    UCRAINA: LA FARSA DELLA TREGUA

    Redazione, in Ucraina i padroni Ucraini e Russi sostengono da più di un anno la farsa della tregua. Non c’è nessuna tregua, ma la guerra Dieci persone sono morte e 13 sono rimaste ferite all’interno di un bus centrato da una granata vicino al checkpoint di Volnovakha, nella regione di Donetsk. Lo ha riferito la portavoce dell’amministrazione regionale, Ielena Maliutina, secondo cui gli autori dell’attacco sarebbero i guerriglieri filorussi. Secondo alcune ricostruzioni, il bus trasportava civili provenienti dalla città costiera di Mariupol. I ribelli hanno respinto le accuse sulla responsabilità dell’attacco: “Nella zona c’è un posto di controllo ucraino ma è situato fuori del […]

    Continue Reading