Il picchiatello di Firenze

Caro Direttore, che sbadato Renzi! Aveva appena ufficializzato “faremo come la Germania” senza accorgersi che anche l’economia della locomotiva d’Europa, appunto la Germania, non solo ha frenato bruscamente, ma sta addirittura andando indietro. Il picchiatello di Firenze, pensava già a contratti di lavoro di una, massimo due giornate, come i modelli che vuole prendere dalla Germania. Sognava di affiancare altre diavolerie contrattuali, alle cinquantina già esistenti in Italia, per raddrizzare l’economia, con salari di mezzo voucher a botta e l’altro mezzo solo a distanza di tempo, giusto per mettere alla prova la fedeltà del lavoratore, se resiste in condizione […]

Caro Direttore,

che sbadato Renzi! Aveva appena ufficializzato “faremo come la Germania” senza accorgersi che anche l’economia della locomotiva d’Europa, appunto la Germania, non solo ha frenato bruscamente, ma sta addirittura andando indietro.

Il picchiatello di Firenze, pensava già a contratti di lavoro di una, massimo due giornate, come i modelli che vuole prendere dalla Germania. Sognava di affiancare altre diavolerie contrattuali, alle cinquantina già esistenti in Italia, per raddrizzare l’economia, con salari di mezzo voucher a botta e l’altro mezzo solo a distanza di tempo, giusto per mettere alla prova la fedeltà del lavoratore, se resiste in condizione di super sfruttamento, se no resta col mezzo voucher iniziale, inutilizzabile.

La Germania non cresce più, vuoi per la frenata dei paesi emergenti, vuoi per le conseguenze delle sanzioni Russo/Ucraine, fattori fondamentali per un paese che basa l’economia sulla domanda estera più che quella interna. Per alcuni osservatori pesa anche il fatto che le infrastrutture tedesche sono obsolete e le imprese preferiscono investire all’estero.

Il modello tedesco si è fermato ma Renzi continua con il suo piano antioperaio e antipopolare. Oggi presenta in parlamento la legge di stabilità: regali da nababbi ai padroni, tagli di spesa per i comuni mortali.

Via il governo zerbino dei padroni

Saluti da un affezionato lettore

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.