Archive for 27 Giugno, 2014

  • Redazione di Operai Contro, gli operai FIAT di Grugliasco hanno scritto una lettera a Renzi. Non otteranno molto, ma è un passaggio che dimostra la necessità per gli  operai di costruire il loro partito. Ecco parte del testo della lettera: “Egregio presidente del Consiglio, siamo a richiederle un incontro per illustrarle direttamente il nostro puntro di vista e le nostre preoccupazioni sul futuro produttivo e occupazionale del comparto auto (e non solo) della provincia di Torino”. Inizia così la lettera che delegati sindacali e lavoratori iscritti alla Fiom della Maserati e di Mirafiori hanno scritto a Matteo Renzi per […] 1

    Lettera degli operai Fiat di Grugliasco a Renzi

    Redazione di Operai Contro, gli operai FIAT di Grugliasco hanno scritto una lettera a Renzi. Non otteranno molto, ma è un passaggio che dimostra la necessità per gli  operai di costruire il loro partito. Ecco parte del testo della lettera: “Egregio presidente del Consiglio, siamo a richiederle un incontro per illustrarle direttamente il nostro puntro di vista e le nostre preoccupazioni sul futuro produttivo e occupazionale del comparto auto (e non solo) della provincia di Torino”. Inizia così la lettera che delegati sindacali e lavoratori iscritti alla Fiom della Maserati e di Mirafiori hanno scritto a Matteo Renzi per […]

    Continue Reading

  • Riceviamo e diffondiamo   La sera del 24 giugno (secondo giorno dello sciopero di massa della fame di più di 3.800 carcerati in tutta la Grecia, tra cui una sessantina di anarchici) c’è stata un’azione contro le carceri davanti all’abitazione di Antonias Samaras, Primo Ministro greco, nel quartiere periferico Kifissia nella zona nord di Atene. I compagni hanno diffuso volantini contro la repressione nelle strade e hanno urlato slogan come: Ascoltate bene carcerieri, giù le mani dai combattenti! Lo Stato chiama canaglie i combattenti – canaglie sono gli squadroni anti-rivolta e i poliziotti in borghese! Lo Stato e il […] 0

    GRECIA: SCIOPERO

    Riceviamo e diffondiamo   La sera del 24 giugno (secondo giorno dello sciopero di massa della fame di più di 3.800 carcerati in tutta la Grecia, tra cui una sessantina di anarchici) c’è stata un’azione contro le carceri davanti all’abitazione di Antonias Samaras, Primo Ministro greco, nel quartiere periferico Kifissia nella zona nord di Atene. I compagni hanno diffuso volantini contro la repressione nelle strade e hanno urlato slogan come: Ascoltate bene carcerieri, giù le mani dai combattenti! Lo Stato chiama canaglie i combattenti – canaglie sono gli squadroni anti-rivolta e i poliziotti in borghese! Lo Stato e il […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, inizia una nuova stagione di  caccia ai 750 milioni che lo stato ha stanziato per dare una mano alla FIAT a termini Imerese. Del resto dopo tre anni di promesse, bluff e teatrini vari sulla sorte dell’impianto del Lingotto, Gli ultimi aspiranti candidati a dare nuova linfa all’area, si chiamano Mossi e Ghisolfi e Grifa, Gruppo italiano fabbrica automobili. Quest’ultima azienda ha appena presentato il suo progetto in un incontro al ministero dello Sviluppo Economico: produrre auto ibride ed elettriche, 35mila vetture all’anno, con un riassorbimento di almeno 400 persone. I dettagli del piano, tuttavia, saranno […] 0

    Termini Imerese, nuovi pretendenti: in “palio” anche 750 milioni di aiuti pubblici

    Redazione di Operai Contro, inizia una nuova stagione di  caccia ai 750 milioni che lo stato ha stanziato per dare una mano alla FIAT a termini Imerese. Del resto dopo tre anni di promesse, bluff e teatrini vari sulla sorte dell’impianto del Lingotto, Gli ultimi aspiranti candidati a dare nuova linfa all’area, si chiamano Mossi e Ghisolfi e Grifa, Gruppo italiano fabbrica automobili. Quest’ultima azienda ha appena presentato il suo progetto in un incontro al ministero dello Sviluppo Economico: produrre auto ibride ed elettriche, 35mila vetture all’anno, con un riassorbimento di almeno 400 persone. I dettagli del piano, tuttavia, saranno […]

    Continue Reading

  • Gli operai ricacciano indietro i licenziamenti politici Non è certo il momento di bilanci definitivi su una battaglia che imperversa da ormai 40 giorni. ma è certo che oggi, di fronte alla verifica politica istituzionale rappresentata dal tavolo in prefettura (convocato d’urgenza dopo i due giorni consecutivi di blocco e scontro con le forze dell’ordine davanti ai cancelli della fabbrica), gli ooperai si portano a casa la rinuncia dei padroni a perseguire la strada degli esuberi La Dielle è così costretta ad accettare la linea della Cassa integrazione a rotazione e cioè la linea di mediazione proposta dagli operai […] 0

    La Dielle costretta a rinunciare alla poltica degli esuberi

    Gli operai ricacciano indietro i licenziamenti politici Non è certo il momento di bilanci definitivi su una battaglia che imperversa da ormai 40 giorni. ma è certo che oggi, di fronte alla verifica politica istituzionale rappresentata dal tavolo in prefettura (convocato d’urgenza dopo i due giorni consecutivi di blocco e scontro con le forze dell’ordine davanti ai cancelli della fabbrica), gli ooperai si portano a casa la rinuncia dei padroni a perseguire la strada degli esuberi La Dielle è così costretta ad accettare la linea della Cassa integrazione a rotazione e cioè la linea di mediazione proposta dagli operai […]

    Continue Reading