Archive for 13 Giugno, 2014

  • Dopo 2 incontri in Prefettura, il Ministro del Lavoro del governo Renzi, Poletti, non può dirsi all’oscuro della vicenda. Perciò è sua responsabilità di esperto padre padrone del lavoro nelle cooperative, se stamane al presidio degli operai Dielle, sono arrivati stipati di agenti, 7 cellulari della Polizia e 7 dei Carabinieri, ad aprire il varco con i manganelli ai camion, ed a una decina di facchini di un altra cooperativa, in sostituzione dei 63 operai della Dielle in sciopero da 25 giorni. La cooperativa degli operai in sciopero, al momento di chiudere l’accordo che fra l’altro prevedeva un aumento […] 0

    Dielle: l’operosità del Ministro del Lavoro

    Dopo 2 incontri in Prefettura, il Ministro del Lavoro del governo Renzi, Poletti, non può dirsi all’oscuro della vicenda. Perciò è sua responsabilità di esperto padre padrone del lavoro nelle cooperative, se stamane al presidio degli operai Dielle, sono arrivati stipati di agenti, 7 cellulari della Polizia e 7 dei Carabinieri, ad aprire il varco con i manganelli ai camion, ed a una decina di facchini di un altra cooperativa, in sostituzione dei 63 operai della Dielle in sciopero da 25 giorni. La cooperativa degli operai in sciopero, al momento di chiudere l’accordo che fra l’altro prevedeva un aumento […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, trattative rotte dopo 8 mesi, lo sciopero per ora è solo annunciato, come il blocco degli straordinari programmato per la prossima settimana in tutti gli stabilimenti Fiat. Da 8 mesi Fiat dice no alla richiesta diFim, Uilm, Fismic, Ugl, che chiedono una tantum: 390 euro per tutti i lavoratori Fiat e Cnh Industrial, inclusi i cassintegrati, in totale 86 mila operai, Marchionne non ne vuole dare più 200, praticamente la metà. Il primo segnale arriva dalla fabbrica di Grugliasco, con gli operai incazzati perché Fiat vuole limitare le ferie collettive di agosto a 2 settimane anziché […] 0

    Fiat: le chiacchiere di Bonanni

    Caro Operai Contro, trattative rotte dopo 8 mesi, lo sciopero per ora è solo annunciato, come il blocco degli straordinari programmato per la prossima settimana in tutti gli stabilimenti Fiat. Da 8 mesi Fiat dice no alla richiesta diFim, Uilm, Fismic, Ugl, che chiedono una tantum: 390 euro per tutti i lavoratori Fiat e Cnh Industrial, inclusi i cassintegrati, in totale 86 mila operai, Marchionne non ne vuole dare più 200, praticamente la metà. Il primo segnale arriva dalla fabbrica di Grugliasco, con gli operai incazzati perché Fiat vuole limitare le ferie collettive di agosto a 2 settimane anziché […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Danone ha annunciato la chiusura di tre impianti in Europa, tra cui quello italiano di Casale Cremasco (con la perdita di 100 posti di lavoro), visto che dal 2010 la frenata dell’economia nel Vecchio Continente ha costantemente eroso le vendite. Oltre a Casale Cremasco a farne le spese saranno l’impianto tedesco di Hagenow (70 gli esuberi) e quello ungherese di Budapest (155 i posti a rischio). La ristrutturazione, da completarsi entro la metà del 2015, sposterà gradualmente la produzione di latticini verso Belgio, Francia, Polonia e altri impianti in Germania. La crisi non era finita? […] 0

    DANONE LICENZIA

    Redazione di Operai Contro, Danone ha annunciato la chiusura di tre impianti in Europa, tra cui quello italiano di Casale Cremasco (con la perdita di 100 posti di lavoro), visto che dal 2010 la frenata dell’economia nel Vecchio Continente ha costantemente eroso le vendite. Oltre a Casale Cremasco a farne le spese saranno l’impianto tedesco di Hagenow (70 gli esuberi) e quello ungherese di Budapest (155 i posti a rischio). La ristrutturazione, da completarsi entro la metà del 2015, sposterà gradualmente la produzione di latticini verso Belgio, Francia, Polonia e altri impianti in Germania. La crisi non era finita? […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, dopo Berlusconi ai servizi sociali abbiamo Orsoni che può tornare a fare il sindaco. In italia abbiamo politici e amministratori che se non hanno almeno una condanna non vanno avanti Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni,  torna in libertà, pur restando indagato nell’ambito dell’inchiesta sul Mose. Il primo cittadino ha concordato con i pm, attraverso i suoi legali, unpatteggiamento a quattro mesi e 15mila euro di multa per il reato di finanziamento illecito.Sulla cui congruità dovrà comunque esprimersi il giudice per l’udienza preliminare. Per quanto riguarda la scarcerazione il gip ha ritenuto che non vi fossero più esigenze cautelari. […] 0

    MOSE: ORSONI LIBERO, PUO’ TORNARE A FARE IL SINDACO DI VENEZIA

    Redazione di Operai Contro, dopo Berlusconi ai servizi sociali abbiamo Orsoni che può tornare a fare il sindaco. In italia abbiamo politici e amministratori che se non hanno almeno una condanna non vanno avanti Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni,  torna in libertà, pur restando indagato nell’ambito dell’inchiesta sul Mose. Il primo cittadino ha concordato con i pm, attraverso i suoi legali, unpatteggiamento a quattro mesi e 15mila euro di multa per il reato di finanziamento illecito.Sulla cui congruità dovrà comunque esprimersi il giudice per l’udienza preliminare. Per quanto riguarda la scarcerazione il gip ha ritenuto che non vi fossero più esigenze cautelari. […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Il presidente americano Barack Obama ha dichiarato che il suo governo sta esaminando “tutte le opzioni“, dunque anche quella militare, per aiutare il governo di Baghdad contro l’avanzata dei militanti islamisti dell’Isis (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante). ”La nostra squadra della sicurezza nazionale valuta tutte le opzioni”, ha dichiarato, aggiungendo di “non escludere nulla” quando si tratta di aiutare l’Iraq a difendersi dai ribelli. Secondo Obama, che ha parlato in occasione della visita del premier australiano Tony Abbott, l’Iraq avrà bisogno di ulteriore assistenza da parte degli Stati Uniti per respingere la rivolta islamica, senza ancora specificare quale tipo di assistenza sia disponibile a […] 0

    IRAQ: OBAMA E’ PRONTO A RIPRENDERE I BOMBARDAMENTI SUI CIVILI

    Redazione di Operai Contro, Il presidente americano Barack Obama ha dichiarato che il suo governo sta esaminando “tutte le opzioni“, dunque anche quella militare, per aiutare il governo di Baghdad contro l’avanzata dei militanti islamisti dell’Isis (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante). ”La nostra squadra della sicurezza nazionale valuta tutte le opzioni”, ha dichiarato, aggiungendo di “non escludere nulla” quando si tratta di aiutare l’Iraq a difendersi dai ribelli. Secondo Obama, che ha parlato in occasione della visita del premier australiano Tony Abbott, l’Iraq avrà bisogno di ulteriore assistenza da parte degli Stati Uniti per respingere la rivolta islamica, senza ancora specificare quale tipo di assistenza sia disponibile a […]

    Continue Reading

  • Dopo gli incidenti di San Paolo, finisce in violenza anche la prima manifestazioneprevista per la giornata inaugurale del Mondiale di calcio in Brasile. Il corteo totalmente pacifico e colorato, ha attraversato le vie del centro di Rio de Janeiro tra slogan e musica a partire dalle 10 di giovedì. Nonostante la presenza di alcuni manifestanti incappucciati e la militarizzazione delle strade interessate dalla sfilata, tutto sembrava potersi concludere senza scontri. Una volta giunti nella Piazza del quartiere diLapa, nei pressi dei caratteristici archi, dove la manifestazione doveva concludersi, la polizia ha ‘pressato’ i manifestanti. A seguito dell’utilizzo di spray al peperoncino da parte degli agenti, la reazione istintiva […] 0

    CRONACA DAL MONDIALE DI CALCIO

    Dopo gli incidenti di San Paolo, finisce in violenza anche la prima manifestazioneprevista per la giornata inaugurale del Mondiale di calcio in Brasile. Il corteo totalmente pacifico e colorato, ha attraversato le vie del centro di Rio de Janeiro tra slogan e musica a partire dalle 10 di giovedì. Nonostante la presenza di alcuni manifestanti incappucciati e la militarizzazione delle strade interessate dalla sfilata, tutto sembrava potersi concludere senza scontri. Una volta giunti nella Piazza del quartiere diLapa, nei pressi dei caratteristici archi, dove la manifestazione doveva concludersi, la polizia ha ‘pressato’ i manifestanti. A seguito dell’utilizzo di spray al peperoncino da parte degli agenti, la reazione istintiva […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Alle ore 11.30 è iniziato  il presidio operaio al tribunale in c.so Canalgrande, con volantinaggio. Esercitando un diritto-dovere di informazione, sostegno, solidarietà per la reintegra dell’operaio Ficiarà Francesco in Fiat cnh, tra i passanti. Una ventina di operai piu’ militanti sostenitori della battaglia hanno presenziato fino alle 15 circa,  presidio che è andato ingrossandosi nel corso dell’udienza arrivando al termine in forza. Senza curarsi di una curiosa presenza ingombrante di militari in divisa alla porta del tribunale civile i presenti hanno continuato a volantinare ai passanti ricevendo una manifesta solidarietà dai piu. Svolgimento dell’udienza: In solido l’operaio […] 0

    RESOCONTO PRESIDIO PER L’OPERAIO FRANCESCO DELLA FIAT CNH MODENA

    Redazione di Operai Contro, Alle ore 11.30 è iniziato  il presidio operaio al tribunale in c.so Canalgrande, con volantinaggio. Esercitando un diritto-dovere di informazione, sostegno, solidarietà per la reintegra dell’operaio Ficiarà Francesco in Fiat cnh, tra i passanti. Una ventina di operai piu’ militanti sostenitori della battaglia hanno presenziato fino alle 15 circa,  presidio che è andato ingrossandosi nel corso dell’udienza arrivando al termine in forza. Senza curarsi di una curiosa presenza ingombrante di militari in divisa alla porta del tribunale civile i presenti hanno continuato a volantinare ai passanti ricevendo una manifesta solidarietà dai piu. Svolgimento dell’udienza: In solido l’operaio […]

    Continue Reading